venerdì 22 luglio 2011

ARCHEOLOGIA SARDA: NURAGHE SANILO - AIDOMAGGIORE




Come si arriva

Da Cagliari percorrere la SS 131 fino al bivio per Borore, dove si prende la SP 66 Borore-Sedilo. L’area del nuraghe si trova sulla destra all’altezza del Km 7, per accedervi è necessario superare un cancelletto in legno di difficile individuazione situato sul lato della strada.

Il nuraghe di tipo complesso Sanilo è situato su un costone basaltico a 350 m sopra il livello del mare nel territorio di Aidomaggiore.




Si compone di una torre centrale alla quale sono addizionate altre due torri laterali inaccessibili a causa del materiale di crollo che ne impedisce l’accesso.
L’accesso alle tre torri avviene tramite un cortile formato dalle mura che le racchiude.

Parte del cortile con ingresso alla torre principale
Parte del cortile dall'interno del nuraghe


L’ingresso alla torre centrale volge verso est  e presenta un corridoio con pareti aggettanti, attraverso il quale si accede alla camera di pianta circolare che conserva la tholos intatta.

Andito d'ingresso 
Tholos

L’andito d’ingresso presenta sulla destra una nicchia e sulla sinistra si apre il vano scala che conduce al secondo piano.

Vano scala

La torre centrale di pianta circolare, che si sviluppa su due piani, è meglio conservata e presenta un’altezza massima di 8 metri circa e due nicchie affrontate nel piano terra.









Tramite la scala elicoidale si giunge al secondo piano, anch’esso di pianta circolare, dove si trova una nicchia, occultata dalla fitta vegetazione, dalla quale prende avvio un angusto corridoio che si conclude con un piccolo vano, illuminato da una finestrella a luce trapezoidale, situato al di sopra del corridoio d’accesso al piano terra.

Ruderi del secondo piano


Fabrizio e Giovanna



Nessun commento:

Posta un commento