giovedì 2 ottobre 2014

IL CASTELLO DI ORGUGLIOSO - SILIUS




Il castello di Orguglioso o di Sassai si trova a circa 50 Km dalla città di Cagliari nella regione storica del Gerrei nel territorio del comune di Silius.


Il sito è facilmente raggiungibile dal paese per mezzo della strada comunale che da Silius porta a Ballao, dopo  circa quattro chilometri si arriva ad uno spiazzo dove si lascia l'auto e si percorre un sentiero di trecento metri che culmina sulla cima della collina dove è ubicato il castello.


Il castello sorge sulla cima di una collina a circa 450 m di altitudine da cui domina il paesaggio e le montagne circostanti. 


Nell’area circostante l’edificio sorgeva il villaggio di Sassai, di cui non resta traccia, dal quale lo stesso castello trae una delle sue denominazioni. Quasi totalmente celati alla vista fino al 1995, gli imponenti ruderi della fortezza furono riportati alla luce grazie ad alcune campagne di scavo succedutesi a partire da tale data.


Ricostruire la sua storia non è sempre agevole data la scarsità di fonti documentarie. Probabilmente di origine giudicale, il castello era certamente in mano pisana almeno dal 1265, come si evince da un trattato concluso nel 1286 fra il Giudice Mariano II di Arborea e i Pisani.

Dopo il 1324 il castello passò certamente in mano aragonese in seguito alla conquista dell’isola. Nel 1353, nel corso del conflitto tra Aragona ed Arborea, il castello fu uno dei teatri della guerra, in seguito alla quale fu abbandonato e iniziò la sua decadenza. 


Giungendo dal sentiero si gira intorno all’edificio per poi raggiungere l’attuale ingresso sopraelevato posto accanto al mastio.

La struttura presenta una pianta pseudo-pentagonale abbastanza irregolare che segue il crinale della collina; le murature, in alcuni punti superstiti per diversi metri di altezza, sono costruite con piccoli conci rozzamente squadrati.



Il lato Ovest mostra al centro un possente rinforzo semicircolare; 


sul lato opposto si erge il mastio di pianta quadrangolare, alto circa 6 m, che costituisce la parte in elevato meglio conservata di tutto il complesso.




Superato il mastio si accede ad una piccola corte sulla quale si distribuiscono i vari ambienti abitativi e di servizio. 


Sulla sinistra rispetto all’ingresso è presente la zona di rappresentanza costituita da diversi ambienti separati da muri divisori, 





mentre sul lato opposto sorgono strutture di servizio, tra cui si distinguono agevolmente il forno e la grande cisterna voltata.




Fabrizio, Giovanna e Nicola S.

1 commento: